Agenesia dentale e denti inclusi: prevenire e trattare

di | 29 Aprile 2023
Denti che non crescono Tempo Di Lettura: 4 Minuti

Ultima modifica 29 Aprile 2023

Agenesia Dentale, Denti che non nascono

L’agenesia dentale e i denti inclusi sono due condizioni odontoiatriche diverse ma legate. Al Centro Odontoiatrico Grimaldi, siamo esperti nel trattamento di entrambe queste condizioni e sappiamo quanto sia importante capire perché i denti non nascono e cosa possiamo fare per aiutarvi.

L’agenesia dentale è una condizione in cui uno o più denti non nascono. Può essere causata da una serie di fattori, tra cui condizioni ereditarie, patologie come la displasia ectodermica, la sindrome di Down o la sindrome di Turner.


Un’altra causa significativa dell’agenesia dentale può essere l’uso di certi farmaci durante la gravidanza.

Ci sono farmaci che, se assunti durante la gravidanza, potrebbero potenzialmente influenzare lo sviluppo dentale del feto. È importante sottolineare che le donne in gravidanza dovrebbero sempre discutere l’uso di qualsiasi farmaco con il loro medico o farmacista prima di prenderlo.

Ecco alcuni farmaci che potrebbero avere un impatto sullo sviluppo dentale:

  1. Tetracicline: Questo gruppo di antibiotici può causare decolorazione dei denti se assunto durante la seconda metà della gravidanza o nei primi 8 anni di vita del bambino. La decolorazione può variare dal giallo al marrone e può essere più evidente sui denti permanenti rispetto ai denti da latte.
  2. Anticonvulsivanti: Alcuni farmaci anticonvulsivanti, come il fenitoina, possono interferire con lo sviluppo dentale, portando a denti malformati o anormalmente piccoli.
  3. Chemioterapici: Alcuni farmaci utilizzati per il trattamento del cancro possono influenzare lo sviluppo dentale se assunti durante la gravidanza.
  4. Corticosteroidi: L’uso prolungato di corticosteroidi durante la gravidanza può avere effetti sullo sviluppo dentale.
  5. Retinoidi: Questi farmaci, utilizzati per trattare alcune condizioni dermatologiche, possono causare anomalie dentali se assunti durante la gravidanza.

Questi sono solo alcuni esempi e non tutti i farmaci in queste categorie avranno necessariamente un impatto sullo sviluppo dentale. Ogni individuo può reagire in modo diverso ai farmaci e molti fattori, come il dosaggio, il momento dell’assunzione durante la gravidanza e la durata dell’uso, possono influenzare gli effetti possibili. Se hai domande o preoccupazioni sull’uso di farmaci durante la gravidanza, ti consigliamo di parlarne con il tuo medico o farmacista.


Denti inclusi

canino superiore ed inferiore incluso

Un dente incluso è un dente che è presente ma non è ancora erotto perché è bloccato all’interno dell’osso della mascella. Questo può essere causato da una serie di fattori, tra cui spazio insufficiente nelle arcate dentali, denti sovrapposti o crescita dentale in una direzione errata.

Per identificare precocemente un dente incluso, il dentista può eseguire un esame visivo, radiografie e un esame tattile. Questi strumenti diagnostici permettono di identificare il dente incluso e di pianificare il trattamento più appropriato.

A seconda della condizione, ci sono diverse opzioni di trattamento disponibili:

  1. Monitoraggio: Se il dente incluso non sta causando problemi, il dentista può scegliere di monitorarlo con controlli regolari e radiografie.
  2. Estrazione: Se il dente incluso sta causando problemi o è probabile che li causerà in futuro, il dentista può consigliare di estrarlo.
  3. Esposizione chirurgica e ortodonzia: Se un dente incluso è importante per la funzione e l’aspetto del sorriso, il dentista può esporre chirurgicamente il dente e poi utilizzare l’ortodonzia per guidarlo nella posizione corretta.
  4. Trattamento ortodontico: Se c’è una mancanza di spazio nella bocca, il dentista può utilizzare apparecchi ortodontici per creare lo spazio necessario affinché il dente incluso erompa correttamente. Se un dente incluso è stato esposto ma non erompe, l’ortodonzia può essere utilizzata per aiutare a trainarlo nella posizione corretta.

Trattamenti

Per l’agenesia dentale, le opzioni di trattamento includono impianti dentali, ponti dentali e ponte di maryland, a seconda delle esigenze specifiche del paziente.

Nel caso di agenesia dentale, l’approccio terapeutico si basa sulla mancanza di uno o più denti e sull’età del paziente. Ad esempio, nel caso di bambini o adolescenti, si può optare per protesi parziali removibili o per apparecchi ortodontici che favoriscano lo spostamento dei denti rimanenti, creando lo spazio necessario per un eventuale impianto dentale una volta raggiunta l’età adulta. Nei casi più complessi, può essere presa in considerazione la chirurgia ortognatica.

Per gli adulti, la soluzione più comune e funzionale è rappresentata dagli impianti dentali, che prevedono l’inserimento di una radice artificiale nell’osso mascellare o mandibolare su cui viene poi fissato un dente artificiale. Un’altra opzione è rappresentata dai ponti dentali, che prevedono l’utilizzo dei denti adiacenti come supporto per un dente finto.

mancanza del dente lateraleil dente mancante ricostruito con un impianto ed una corona in ceramical'arcata completa ed il sorriso finale


In conclusione, sia l’agenesia dentale, denti che non nascono, che i denti inclusi richiedono attenzione e cura professionali. Se sospetti di avere uno di questi problemi, o se i tuoi denti non nascono come dovrebbero, ti consigliamo di consultare un professionista del Centro Odontoiatrico Grimaldi. Il nostro team è pronto ad aiutarti a raggiungere e mantenere il sorriso sano che meriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *